English Italiano Contacts

  I pizzini di Masescu - ........ the big wall award

Sorry, the current article is not yet available in english

Posted by MASESCU on Friday, May 25, 2007 at 06:38 AM

Quando ero un ragazzino eravamo in piena corsa per spedire il primo uomo sulla luna finchè, con l’Apollo 12, due esseri viventi impachettati in gigantesche tute argentate misero piede sul pianeta.

Di alcuni di loro ricordo ancora i nomi, belli come quelli di grandi star: Aldrin, Baldwin, Armstrong, imparati seguendo le memorabili corrispondenze di due tra i più grandi giornalisti televisivi dell’epoca: Ruggero Orlando e Tito Stagno.

Nella mia mente alcune cose però non quadravano: una che gli astronauti non potessero togliersi l’enorme casco e mostrare la loro felicità, l’altra era quel loro incedere con goffi saltelli da robot rincoglioniti.

Ma la vera questione era come facessero ad andare al cesso, argomento condiviso con gli amici e risolto con grandi prove di fantasia.

Tornando sulla terra, qualche anno dopo imparai come si risolveva il problema sulle Big Wall yosemitiche. Dopo Colazione si estraeva dal saccone un bel sacchetto di carta ecologica recuperato al Village Store, lo si modellava a forma di vaso da notte e, dopo averlo riempito, lo si lanciava nel vuoto della parete, sperando, con un ghigno, che non finisse sulla testa di qualcuno. Altrimenti: pace.

Qualcuno (molti) dimenticava di premunirsi dell’utilissimo sacchetto, oppure ne esauriva le scorte, trasformando i posti da bivacco in vomitosi cessi da parete sui quali aleggiavano miasmi spaventosi.

Quando nel 2002 L’Andrin Sommaruga mi propose di salire il Capitan, venni a sapere che, con nuove regole, bisognava asportare l’Human Waste dalla parete e portarselo con sè.

Con terrore venni a sapere che il metodo consisteva nel defecare in un tubo in PVC lungo più o meno un metro e chiuso con un tappo a vite, da appendere sotto il saccone da recupero.

Qualora non ci si fosse attenuti alla "procedura" ci si poteva aspettare di trascorrere una settimana nell’inospitale cella del carcere di yosemite in compagnia di un grosso negro gay e alcolizzato, per essere poi processati, multati ed espulsi con ignominia e a tempo indeterminato da quel paradiso. Già vedevo la mia vitale ed intima funzione mattutina seguita dal vomito acido della colazione. Immaginate solo lontanamente di aprire il tubo chimico la mattina del terzo bivacco in parete!!!!!!!

Superai il terrore pensando ad una possibile alternativa legale e con un colpo di genio inventai un metodo degno dell’ "How to Shit in the big wall Award".

Misi all’opera i miei ignari figlioletti e tutti i famigliari disponibili, comprando loro ed incentivandoli a mangiare grandi quantità di gelato "Barattolino Sammontana".

Da lì ricavai una serie di secchiellini vuoti con tappi ermetici con funzione monodose.

Se a questo aggiungete la carta igienica raccattata ai lussuosi bagni di Camp Curry, qualche guantino in lattice, un po’ di sabbietta per gatti, il nastro americano per il sigillo finale e un vecchio zainetto da appendere sotto il saccone e da buttare dopo l’uso, il problema poteva dirsi risolto in maniera più che brillante.

Successivamente ho perfezionato la tecnica usando dei secchiellini della senape da chilo che hanno anche un comodissimo manico. La senape però non l’ho fatta mangiare ai miei bambini, con essa arricchisco i favolosi hot dog che d’inverno vendo agli sciatori sulle piste di Chiesa in Valmalenco.

 

Masescu



CORRELATED ARTICLES

» TICO: The working class hero TICO: The working class hero
October 29, 2015  -  Comments 1
» I pizzini di Masescu - Zodiac I pizzini di Masescu - Zodiac
October 12, 2007  -  Comments 6
» I pizzini di Masescu - Haulbag I pizzini di Masescu - Haulbag
September 28, 2007  -  Comments 1
» I pizzini di Masescu - Sardegna I pizzini di Masescu - Sardegna
September 14, 2007  -  Comments 0
» I pizzini di Masescu - Bivacchi I pizzini di Masescu - Bivacchi
August 31, 2007  -  Comments 0

PUBBLICITA'


READERS' COMMENTS

Insert your comment
1 Posted by Sam Montana on Friday, May 25, 2007 at 06:56 PM
 
Ah! Sei te quello degli hot-dog delle piste di Chiesa?!
L'ultima volta che ne ho mangiato uno mi è venuta, dopo mezz'ora, una cagarella color nocciola…
Non avevo il barattolino di gelato alla nocciola, per riempirlo. Solo alla banana.
Così così ho dovuto schiarirla… e metterci i filetti bianchi… non ti dico!
Ma… in Yosemite come si fa se il barattolino è al cioccolato? Deve essere scura?
Grazie maestro, del suggerimento…

COMMENT THIS ARTICLE

Name (required):

Url (optional):

Confirmation code (required):
Please, write in the box on the right what appears on the black box on the left
 

Your comment:


 

SUPPORT VALDIMELLO.IT



SEARCH





RSS SYNDICATION

RSS


 
Exception "Thread was being aborted."