English Italiano Contacts

  Un nuovo incubo... centrali idroelettriche in Val Masino

Sorry, the current article is not yet available in english

Posted by ARRT on Tuesday, November 2, 2004 at 09:13 AM

La Direzione Generale Territorio e Urbanistica della Regione Lombardia ha dato parere favorevole alla costruzione di due centrali idroelettriche: nella straordinaria Foresta dei Bagni Masino e nei pressi della suggestiva piana ai piedi del ghiacciaio del Disgrazia.

Sono state inoltre presentate altre due domande di captazione dei torrenti che scendono dal Pizzo Badile e dal monte dell’Oro.
Sembra di assistere alla più spudorata, forsennata ed indegna rapina del territorio di Val Masino. Oltre all’aspetto ambientale, storico e turistico: è stata dimostrata, da parte degli organi predisposti alla tutela, l’assoluta mancanza di buon senso.
Probabilmente in Regione Lombardia non conoscono la foresta dei Bagni, uno dei biotopi lombardi più integri e decantati della Lombardia. Probabilmente non sanno che questa piccola foresta è il centro di 4 laboratori di monitoraggio ambientale e con la cascata del Porcellizzo è un punto di meta per decine di migliaia turisti l’anno.
L’ottanta percento di tutte le acque superficiali della Val Masino sono già state captate dall’Enel; alle quali si sono aggiunte le centrali private della Valle Spluga, del basso Masino e di Sasso Bisolo.
Queste nuove domande vanno ad invadere le uniche aree che fino ad oggi si sono salvate: la testata dell’alta Val Masino e del Disgrazia che tra l’altro sono zona SIC (Sito di Interesse Comunitario) e fanno parte del nascente Parco del Bernina Disgrazia.
La Val Masino è una valle povera con mezzi limitati che ha nell’integrità del territorio l’unica sua risorsa.
Il Sindaco e la nuova Amministrazione Comunale si stanno battendo con eroica determinazione. Ma c’è un netto squilibrio di forze: siamo alle mazze e lance contro i carri armati: un poverissimo Comune di montagna contro imponenti studi di avvocati, di ingegneria, di politici; tutti compatti a spartirsi il business delle acque.

 

 

 

Comitato spontaneo per la difesa della Val Masino e la Val di Mello



CORRELATED ARTICLES

» Il regalo di Natale 2006 Il regalo di Natale 2006
December 22, 2006  -  Comments 3
» Flood of signatures Flood of signatures
October 18, 2006  -  Comments 18
» Water for our kids Water for our kids
September 8, 2006  -  Comments 18
»   Cooperate to protect Val di Mello
August 1, 2006  -  Comments 40
» Val di Mello: an enchantment that must not finish Val di Mello: an enchantment that must not finish
July 28, 2006  -  Comments 0

PUBBLICITA'


READERS' COMMENTS

Insert your comment
1 Posted by JACOPO on Wednesday, November 3, 2004 at 03:55 PM
 
Quattro richieste di captazione sono delle vere e proprie rapine, ma rapine particolarmente idiote.
E' come fare a pezzi una statua del grande Michelangelo per farne marmo da costruzione.
Le acque che scendono dal pizzo Badile hanno, anche a livello puramente economico, infinitamente più valore lasciate libere che infilate in un tubo per far girare una dinamo. Per l'energia elettrica la Val Masino mi sembra che abbia già data tanto, 80% di tutte le sue acque sono già state captate dall'Enel e l'altro 10% dalle nuove centraline private.
L'ultimo 10% potrà restare libero per la flora, la fauna e per far battere il cuore agli uomini che ancora vivono e visitano queste montagne?

2 Posted by AMICHELI on Friday, November 5, 2004 at 05:03 PM
 
Caro Jacopone,
noi capre di montagna di acqua ne usiamo poca. Non ci laviamo, e le preferiamo il vino spesso e volentieri. Ci piace però guardarla, vederla scendere dai nevai e organizzarsi in numero decrescente di aste. Ed è proprio lì che la mano idiota la cattura come il raccoglitore che aspetta che il fungo sia bel grande per prenderselo. Il fungo però ricresce.
Abito vicino al Lambro, triste e puzzolente parodia di quel che un fiume dovrebbe essere. Spesse volte lo guardo e per contrasto immagino gli ilari spruzzi del Masino.
Faremo di tutto per impedire la lambrizzazione della val Masino.

3 Posted by ANGRON on Monday, November 8, 2004 at 08:16 PM
 
ciao jacopo,

quello che sta succedendo alla Val Masino, dopo il pericolo scampato in Val di Mello è solo l'ultimo esempio di campagna di distruzione ambientale cammuffata da aiuto alle comunità alpine.
non abbassiamo la guardia !!!

ciao angelo
4 Posted by SARAH on Tuesday, November 9, 2004 at 11:15 AM
 
è terribile,di nuovo richieste,di nuovo cercano di mettere le mani sull'acqua..avete ragione,è un nuovo incubo..su un forum di montagna che frequento abbiamo fatto una specie di raccolta firme..ovvero ognuno di noi ha mandato una mail di protesta firmata e indignata...ma che altro si può fare?ci dev essere qualcosa da fare!!!
5 Posted by ARRT on Tuesday, November 9, 2004 at 03:42 PM
 
Un messaggio chiedeva che cosa si puo' fare per scongiurare questo pericolo, sicuramente la cosa piu' importante e' l'informazione, quindi la prima cosa da fare e' diffondere il piu' possibile la notizia di quello che sta succedendo.
Questo sito ha messo a disposizione oltre ai documenti in suo posseso anche un forum dove raccogliere le impressioni della gente; piu' il problema e' conosciuto e discusso dall'opinione pubblica e maggiori saranno le possibilità di riuscita di questa battaglia.
6 Posted by ANGRON on Tuesday, November 9, 2004 at 06:25 PM
 
ho già inserito dal 15 ottobre un post sul forum di planetmountain cercando di tenerlo vivo e visibile a tutti i frequentatori.
Se si conoscono altri forum che trattano argomenti simili non esitiamo a diffondere la notizia !!!
più siamo meglio è....
7 Posted by SARAH on Wednesday, November 10, 2004 at 02:37 PM
 
è vero Angron,parlavo prorpio del forum di planet moutain sul topic precedente a questo...in molti hanno spedito le mail di protesta..staremo a vedere!!intanto anche io sto diffondendo la notizia a più gente possibile...ma non sapete se c'è l intenzione di organizzare una vera e prorpia protesta..?
8 Posted by ARRT on Wednesday, November 10, 2004 at 04:48 PM
 
Io ho fatto girare un po' la voce adesso anche i seguenti siti pubblicano la notizia dello scempio in Valmasino:

http://larioclimb.paolo-sonja.net/bacheca/index.html
Il sito di Paolo Vitali e Sonja Brambati

http://www.freaklimbing.net
Un sito di amici free-climbing molto "vivace"

Spero a breve la notizia si diffonda a macchia d'olio, resto dell'idea che prima di fare una qualsiasi mobilitazione occorre l'informazione.
9 Posted by ALPKID on Thursday, November 11, 2004 at 12:38 AM
 
io ho iniziato un discussione sul sito inglese ukclimbing.com:
http://www.ukclimbing.com/forums/t.php?t=106910&new=1465758#1465758

e lo messo sul mio sito www.mountainjournal.net:
http://www.mountainjournal.net/2004/masino.php

Spero proprio che puo aiutare un po' e spero non ci sono troppi errori nel mio traduzione :(
10 Posted by ARRT on Thursday, November 11, 2004 at 11:20 AM
 
Un'intervista a Jacopo Merizzi e' apparsa sulla Provincia di Sondrio di ieri, in questo intervento Jacopo oltre a spiegare la situazione, propone un referendum in Val Masino.
11 Posted by ARRT on Thursday, November 11, 2004 at 11:24 AM
 
A brevissimo su questo sito verra' proposta un raccolta firme, come e' stato fatto per la salvaguardia delle cascate della Val di Mello.
Fondamentale una rapida e massiccia risposta da parte di tutti coloro che hanno ha cuore questa valle.
Appena pubblicata la petizione ne sara' dato tempestivo avviso su questo Forum.
12 Posted by JACOPO on Tuesday, November 30, 2004 at 09:36 AM
 
finalmente anche l'assessore Provinciale alle acque Flavio Pirondini ha preso posizione contro le centraline in Val masino e più in generale nella provincia di Sondrio.
E' una buona notizia perchè determinante al buon esito alla nostra opposizione
e perchè isola ormai ai soli diretti interessati (leggi proprietari) la promozione delle centraline


13 Posted by ANGRON on Friday, December 10, 2004 at 08:29 PM
 
Ho appena visto il servizio trasmesso da teleunica nel settimanale "tutto montagna" ed ho appreso della nuova (!?) minaccia in valle Bisolo (Predarossa).
Ben vengano servizi del genere trasmessi da emittenti che escono dai confini del territorio provinciale.
TUTTI DEVONO SAPERE DELLO SCEMPIO IN ATTO IN VAL MASINO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Quella che sembrava la minaccia minore si è presto rivelata la più fondata e concreta ed in stato già avanzato di progettazione e realizzazione.
Purtroppo la voce della popolazione, del Comune di Valmasino, della Provincia è zittita da interessi di pochi sfruttatori.

14 Posted by ANDRE85 on Wednesday, January 5, 2005 at 10:59 PM
 
Salve,
sono uno dei pochi abitanti in valmasino che scrive su questo forum
per parlare delle centraline e mi stupisco di ciò perchè noi abitanti della "valle" dovremmo essere i primi interessati.
A parte questo vorrei aiutarvi in tutti i modi ma credo che l'unico modo si sensibilizzare maggiormente la popolazione...
Secondo me manca una vera concreta organizzazione, quasi tutti vorrebbero fare qualcosa ma il vero problema secondo me è come agire, cosa dobbiamo fare? come dobbiamo comportarci?
cmq chiunque mi volesse scrivere il mio indirizzo è sertor185@yahoo.it
15 Posted by JACOPO on Thursday, January 6, 2005 at 11:13 AM
 
ieri sera, 05.01.05 a Cataeggio si è tenuto un incontro aperto alla popolazione sul problema delle centraline. Promotore il sindaco Ezio Palleni con la giunta: da parte nostra abbiamo preparato un video per introdurre l'argomento.
Sinceramente ero molto scettico sull'efficacia di questa iniziativa anche perchè poco pubblicizzata e promossa in un periodo d feste e di problemi internazionali ben più gravi.
Invece la sala dell'oratorio era affollata, molti in piedi. Il dibattito che ne è seguito è stato vivace, con spunti interessanti da parte di un pubblico competente e interessato. Sabato si dovrebbe ripetere l'incontro a San Martino
Un forte risveglio della coscenza collettiva, un'essere consapevoli che non si tratta di scelte di schieramento politico ma semplicemente d buon senso
In questi mesi in cui ho seguito l'argomento "centraline" ho capito una cosa: i promotori delle captazioni per agire hanno bisogno del silenzio, dell'omertà. Pratiche e domande viaggiano veloci solo negli uffici dove nessuno si oppone. Non a caso la legge prescrive che questi atti hanno diritto (!!!!) di essere secretati fino al termine dell'iter burocratico.
Un segreto istruttorio per tutelare una rapina ai danni di tutti, residenti e proprietari dei terreni in primis.
Proprio per questo, la prima e più efficace azione di opposizione che possiamo fare è parlarne, diffondere la notizia.

16 Posted by GHISINO on Sunday, January 30, 2005 at 02:32 PM
 
Ciao vedo che l'ultimo messaggio risale al 6/01.

Ci sono stati sviluppi? qual'è lo stato delle cose?
17 Posted by ANGRON on Saturnday, February 12, 2005 at 09:58 AM
 
Grande Jacopone sulla cascata del Ferro !!!!!!!!!! ho visto il servizio ieri sera...
...ma come ca@@o si fà anche solo a pensare di intubare una simile meraviglia ???

angelo
18 Posted by carlo on Saturnday, October 7, 2006 at 09:16 AM
 
cmq ai residente della val masino non frega niente di tutto quello che volete fare, le centraline saranno fatte e basta potete scrivere , discutere , riduscutere , mandarmi a fanc.... per quello che ho scritto ma intanto il risultato non cambia è inutile fare tanto casino non cambierete nulla anche tu Jacopo ( quest'estate ti hanno già avvertito )

COMMENT THIS ARTICLE

Name (required):

Url (optional):

Confirmation code (required):
Please, write in the box on the right what appears on the black box on the left
 

Your comment:


 

SUPPORT VALDIMELLO.IT



SEARCH




MOST COMMENTED THIS MONTH

Cannibalismo  (28)

Occhi aperti sulla Val di Mello  (12)

Patabang  (2)



RSS SYNDICATION

RSS


 
Exception "Thread was being aborted."